SCONTRO DI PIAZZA.

"Boccuccia di rosa" detto l'intemerato svelto,minaccia fuoco e fiamme se si continuerà ad attaccare il Nano.
"Scenderemo in piazza e la nostra reazione sarà durissima".
Minchia,signor Boccuccia,ci credo e ti credo.
Mi ti immagino partire dalle parti di via Gradoli,chiedere informazioni stradali a qualche frequentatore notturno e dirigerti verso il centro alla testa delle falangi azzurre.
Brunetta,in braccio a Cicchitto 'pie veloce',armato di tre etti di ciacole da tiro,Carfagna all'attacco di mezza Roma con la sigaretta nel bocchino,Scajola di complemento marciare a sua insaputa e Rotondi (chi è Rotondi?) al passo dell'oca protetto dallo scudo crociato.
Cazzo,chiederò a mio figlio neo deputato di chiudersi in casa con gli altri grillini.
In piazza ci andrò io. Senza voglia di menar le mani ma solo alla ricerca di Capezzone.
Come è noto da tempo,Capezzone è mio e me lo voglio spupazzare io...