UN BOCCHINO STUPEFACENTE.

Il Bocchino (Italo) come è arcinoto,è un ometto bellino,gradevole,ben vestito e ben stirato.
Sono sempre stato un tantino invidioso del suddetto,fin dai tempi delle mie,scarse,frequentazioni di Pinuccio Tatarella che lo prese come portaborse e basta.
Ho giudicato abbastanza positivo,il Bocchino,quando,a sorpresa,seguì Gianfranco Fini nella rivolta abortita contro il Nano di Arcore.
Ho trovato anche efficace,il Bocchino,nelle sue apparizioni televisive,quando polemizzava con i suoi vecchi compagni di cordata,ribattendo con calma,senza scosse e senza spasmi,riuscendo addirittura a rilassare i telespettatori,alle loro accuse di aver tradito il destronzismo,tentato di far cadere il Governo eccetera,eccetera,eccetera.
Insomma,avrete capito che per me,il Bocchino,è assolutamente positivo,soddisfacente ed esaustivo e questo è un merito per l'Italo e,forse,una diretta conseguenza della mia non più tenera età.
Eppure il Bocchino ultima maniera è stupefacente.
Ma come,Nick o'Mericano lo indica come unico,vero,referente dei Casalesi,e lui che fà?
Caccia la Angela Napoli dalle liste di FLI.
Sono esterefatto e,non so il perchè,mi viene in mente una antichissima filastrocca che parlava di Socrate che sapeva di non sapere,di Santippe coniugata al precedente,di scopate e di diecimila pippe...