L'ORO DI NAPOLI(TANO).

Il Presidente predica,spesso,molto bene.
Anche questa volta,trattando di diseguaglianze ed ingiustizie sociali,si è espresso contro i privilegi di cui gode qualcuno a scapito degli interessi di molti.
Ben detto,Presidente.
Ben detto ma vorrei capire a chi si riferisce.
Ai politici indegni sfruttatori di prebende e di indennità immeritate?
Ai giornali fruitori di finanziamenti immorali?
Ai partiti ladri di denaro pubblico?
Ai grandi "commessi" di Stato e di parastato meritevoli,si fa per dire,di stipendi milionari?
Ai possessori di pensioni milionarie?
Alle centrali malavitose che sono esenti da IMU ecc.ecc,?
Coraggio,Presidente,vada fino in fondo,faccia nomi e cognomi e,magari,incarichi l'Avvocatura dello Stato di preparare un elenchino di cose e persone da tagliare.
Non sarebbe certamente un tiro "mancino" denunziare dettagliatamente chi grava sul debito pubblico ed impedisce una migliore equità sociale.
Tuppe tuppe,Preside',se il popolo bussa,Lei,almeno Lei,apra i portoni.
Prima che a qualcuno venga la voglia di sfondarli...