CASELLI ED I VIOLENTI IN VAL DI SUSA.

Stimato dott. Caselli,ho apprezzato,nel limite delle mie conoscenze,la sua attività nel distretto di Palermo,il suo impegno a difesa della legalità,i processi che Ella ha intentato contro mafiosi,paramafiosi,politici e parapolitici.
Apprezzo anche i suoi interventi nelle varie trasmissioni radiofoniche e televisive alle quali è invitato,trasmissioni nelle quali denuncia,fra l'altro,la non democrazia di questo nostro sistema,caratterizzato da leggi "ad personam" e da leggi "contra personam".Anche Lei,dott.Caselli è vittima di questa "illegittima legalità",di questa violazione istituzionale dei suoi diritti e dei suoi interessi ed insieme a Lei ci sono tante altre vittime,come i licenziati forzati,i piccoli imprenditori suicidi,i precari a vita ed i predestinati al declino,come i cittadini della Val di Susa.
Per questo,stimato dott.Caselli,non riesco ad apprezzare gli arresti che Ella ha disposto nei confronti dei dimostranti anti TAV,vittime,ma universalmente definiti facinorosi,prepotenti e violenti.Non apprezzo,dott.Caselli,perchè non riesco a vedere,in questa democrazia illegittimamente legale,quale tipo di protesta potrebbe mettere in campo un qualsiasi cittadino vittima di un sopruso da parte di una lobby nazionale e multinazionale che,forte dei legami con la politica,riesce ad imporre stupri ambientali irreversibili pur di determinare affari enormi ed enormi profitti.
Non apprezzo,dott.Caselli ma,di fronte a reati commessi dai dimostranti ed in base alle disposizioni legislative in vigore,ritengo che Ella,con il suo Ufficio,debba applicare le leggi ed agire in armonia con esse.
E proprio per questo,che in fondo è un suo dovere,Le chiedo,dott.Caselli,di agire anche nei confronti di quegli altri tipi di facinorosi,prepotenti e violenti che,abusando della loro 'anonimante' divisa e dei sofisticatissimi "armamentari" di difesa e di offesa,caricano la folla,disperdono i manifestanti,sciolgono gli assembramenti e rimuovono i blocchi.Ed una volta caricati,dispersi,sciolti e rimossi i cittadini valligiani "contra legem",i facinorosi,prepotenti e violenti in divisa,continuano ad approfittarsi della loro divisa,degli "armamentari" in loro dotazione,del loro anonimato e del loro numero,per infierire,dico proprio "infierire",su quanti si sono già arresi e,trovandoli solitamente isolati,li aggrediscono,li martellano di manganellate,di calci in testa,di scarponate in faccia e di altre mazzate varie.
Credo,dott.Caselli,che sia un dovere comportarsi civilmente da parte di chi dimostra,ma credo pure,dott.Caselli,che sia un dovere doppio da parte delle forze dell'ordine,comportarsi con altrettanta civiltà.
Questo civile comportamento non sempre accade e questo è comprovato dalle decine di filmati comparsi sulla rete,dalle decine di feriti e dalle centinaia di testimonianze di giornalisti,cameramen,fotografi comunque presenti,anche non facinorosi.
Ella,dott.Caselli,in uno o due minuti,tra una presentazione e l'altra del suo "Assalto alla Giustizia",può controllare,registrare,annotare ed agire.
E come ha agito contro i manifestanti "incivili" mi aspetto che,con il suo Ufficio,agisca nei confronti di quei poliziotti,carabinieri,finanzieri e penitenziari altrettanto "incivili" che,con l'aggravante di quella divisa che dovrebbe segnare un distintivo di abnegazione e di onorabilità,si sentono liberi,legittimati e legalizzati a massacrare di botte chi non è d'accordo.
In questa strana democrazia,dott.Caselli,la lobby franco-italiana,le organizzazioni malavitose,le istituzioni comunitarie sono tutte "entro legem",anche quando vogliono deturpare,violentare e reprimere i diritti dei cittadini.Extra legem sono solo i cittadini deturpati,violentati e repressi nei loro diritti e nella loro valle.
Tuttavia,dott.Caselli,mi viene in mente anche "Un magistrato fuori legge",edizioni Melampo,2005 e,certo di continuare ad apprezzarLa,confido che Ella,con il suo Ufficio,anche nelle note ma assolutamente legittimate,ristrettezze di uomini e mezzi,possa trovare il tempo di entrare,uno o due minuti,nella rete ed assumere foto,filmati,testimonianze e riprese altamente esplicative anzi,direi,assolutamente esaustive.
Essendo,il sottoscritto,un normalissimo cittadino,non supportato da caste,cosche o lobby e,forse per questo,un inguaribile ottimista,sono certo,dott. Caselli,che in futuro,il mio apprezzamento nei suoi confronti rimarrà immutato,anche se non aumentato.