STRACCHINO E D'INTORNI.

EGITTO IN FIAMME.
Anche gli Egiziani si sono incazzati.
La mummia vivente Mubarak,sosia e sodale dello Stracchino e zio,a sua insaputa,della preferita dello stesso Stracchino,sta preparando la fuga.Chi,invece,è già fuggito,è il povero Naguib Sawiris,proprietario di Wind.Si è caricato sulle spalle papà Onsi,ha preso in braccio i figlioletti ed è partito,novello Enea,per l'Italia.Ma non sbarcherà sul litorale laziale,andrà ospite in casa Gasparri.
Chissà perchè?

FUGA DALLA TUNISIA.
Un altro che è fuggito è quel tale Ben Alì,socio dello Stracchino,frequentatore dello stesso parrucchiere e custode del mausoleo di Hammamet.E' salito sull'aereo diretto ad Arcore ma è stato dirottato sull'Isola dei Famosi.

CADUTA DEL CULO FLACCIDO.
Lo Stracchino è preoccupato.Da giorni si prepara alla fuga ma,tentando il tutto per tutto,prende esempio dalla mummia egiziana e rimpasta il Governo.Anche lui,poveretto,vuole nominare un pezzo grosso degli spioni suo vice.Ed avrebbe già deciso il nome:il dottor Pompa,consigliato da Signorini.

RUTELLI IL POMPIERE.
Francesco Rutelli,esponente del Terzo Polo,ha rassicurato i servi seguaci dello Stracchino che,in caso di caduta dello stesso,in Italia non succederà come in Tunisia.Nessuna violenza,nessuna vendetta.
Parla per te,Francesco,parla per te...