LA LIETA NOVELLA.

Finalmente avremo un pargolo. Il nipote di Dio,secondo il vangelo del già "vaffanculato" don Verzè,nel fulgido periodo caratterizzato dall'amore,ci donerà un figlio.
La notizia è ufficiale anche se,tra chi conosce il futuro puerpero,circolano delle perplessità.Sembrava tutto preso dai suoi doveri di imprenditore e poco attratto dai piaceri della vita,non esclusi quelli del talamo.
Ma,si sà,lo spirito santo che è di casa, a volte supplisce ed ancora fa miracoli.
L'anno del 2010,l'anno del "tinto" unto dal Signore e tranvato dalla 'madunina' sarà l'anno dell'avvento. E' vivo il re,viva il re.
Oltre alla Costituzione riformeranno pure il calendario:da gregoriano ad arcoriano.
Fini il giuda è definitivamente fottuto,habemus l'erede e,per giunta,maschio.
Per fortuna che Silvio c'è,insieme a Piersilvio ed all'infantino e per fortuna che sono scesi in mezzo a noi.San Maurizio boccuccia sta preparando il presepe ed è
aperta la gara ai moderni "re magi":chi arriva prima sarà nominato presidente del Copasir.