PIERLUIGI BERSANI,L'UNTO DA D'ALEMA.

Oltre ad essere un liberista ed un liberalizzatore super fallito,Pierluigino Bersani è un esperto in cooperazione parlamentare con il Kazakistan,il Kirgizistan,l'Uzbekistan,il Tagikistan,il Turkmenistan e la Mongolia interna.La Mongolia esterna ancora non la conosce ma la sta ripassando.
E' pure una creatura di D'Alema ed un collega di Ugolino Sposetti.
Da quando è segretario del PD,pur avendo ottenuto un risultato entusiasmante riuscendo a levarsi dai coglioni Rutelli ed i suoi tre amici,il nostro si è tinto i capelli e montato la testa e,quando parla,riesce a non farsi capire neppure dai suoi.
" Bisogna accorciare e non allargare le distanze tra i partiti oggi all'opposizione:a questo obiettivo deve lavorare chi promuove manifestazioni come quella del 5 dicembre.E chi allarga queste distanze fa un favore a Berlusconi ".
" Il PD valuterà le parole d'ordine della manifestazione e se sono compatibili con gli obiettivi del PD non c'è nessun problema per la partecipazione dei militanti ".
" Facciamo attenzione a non essere speculari tra un BerlusconiNO ed un BerlusconiSI,perchè questo è il terreno che lo stesso Berlusconi sta cercando ".
Ora,come è noto,sono un appassionato di politica e mi diletto con note,osservazioni e commenti.Ma,cazzo,pur avendone tanta voglia,non riesco a commentare queste dichiarazioni bersaniane.
Colpa della mia ignoranza o del luogo che ha dato i natali al Pierluigino?
E' nato a Bettola e lì è crecsiuto.
A 'mbriacoooo...