9 NOVEMBRE 1989 : LA CADUTA DEL MURO.

La sera del 9 novembre di venti anni fà,a casa mia eravamo una trentina di amici,anzi di "camerati".Assistevamo all'onda lunga di cittadini tedesco-orientali che sopravanzavano il muro.Vedemmo scene di gioia commoventi ed entusiasmanti.Per noi,portatori di una ideologia terzo forzista,avversaria del capitalismo e del comunismo,la caduta del "berliner mauer" rappresentava una liberazione culturale.Uno dei pilastri delle dottrine che dall'ottocento permeavano il mondo,stramazzava al suolo e con esso stramazzava l'imperialismo sovietico.
Festeggiammo e brindammo inneggiando al nostro "fascismo".C'era pure un personaggio che ancora non era stato definito "chiappe d'oro" ed ancora non si era rivelato per quella merdina irriconoscente che dimostrò di essere qualche anno dopo.
Passata la buriana dei festeggiamenti,approfittai della mia posizione di 'padrone di casa' per richiamare l'attenzione dei miei "camerati" sulla nuova realtà.Eravamo felicissimi per la rovina dell'imperialismo orientale e per il fallimento del 'capitalismo di stato',dissi,ma ci rimaneva l'altro avversario,il capitalismo liberista,il figlio diretto delle "demoplutocrazie giudaico massoniche dell'occidente".
Attenzione,aggiunsi,con la caduta del "comunismo" cade pure l'unica opposizione,l'unico argine,l'unico freno all'ingordigia del capitalismo privato.Da oggi il nostro residuo avversario rimane il liberal-capitalismo e sarà ancora più forte in quanto senza opposizione.Serriamo i ranghi,rafforziamo la nostra ideologia ed ergiamoci come unici oppositori,come ultimo muro culturale,diventiamo noi l'argine all'egoismo,al sopruso,al trionfo del denaro sul sangue dell'umanità.
Debbo dire che,riflettendoci,i miei "camerati" di allora assentirono,si dichiararono più fascisti che mai ed,in più,sicuri che le nostre idee avrebbero,di li a poco,trionfato.
Cazzate,tutte cazzate.Le mie parole e l'atteggiamento dei miei amici.Sappiamo tutti come è andata a finire.Con Alleanza Nazionale anche il mio mondo di "camerati" è andato a farsi fottere.Chiappe d'oro,forse,anche lui.D'Alema e Bersani sono liberisti.Il campione del capitalismo,mascherato da ducetto,ha imposto il suo regime.Le banche d'affari israelite hanno governato la nostra vita e distrutto il nostro futuro.
E' l'oro e non il sangue a far la storia.
Tutto per il "berliner mauer" e la sua caduta.
Gorbaciov,ma vaffanculo...