"28" GIORNO FATIDICO ?

Un mio amico che,orgogliosamente,si definisce "camerata",pur avendo,di recente,aderito alla casta,frazione 'Storace',mi ha costretto a subire una sua filippica contro la democrazia parlamentare,contro il suffragio universale e contro la democrazia tout court.
Anch'io sono contro la democrazia parlamentare che viviamo in questi momenti e quella che si è vissuta in altri,ma sono per il suffragio universale e per una democrazia partecipativa espressione degli interessi,delle speranze e perfino dei sogni degli uomini e delle donne che compongono una società.Di tutti gli uomini e di tutte le donne e di tutte le categorie di appartenenza. Sono,pertanto,proprio perchè fascista,contrarissimo a qualunque tipo di totalitarismo e di dittatura,contrarissimo ad un sistema senza contrappesi,ad un paese governato da un solo uomo,specie se plurimiliardario e pluriprescritto.
Ed è per questo che mercoledì prossimo,28 gennaio,parteciperò alla manifestazione con Beppe Grillo a piazza Esedra,a Roma. E ci parteciperò,pensate,anche perchè il giorno 28,pur di un altro mese,è lo stesso giorno che segnò,per i portatori delle mie stesse idee,una data memorabile.Memorabile anche se nel prosieguo non tutto lo fu.
Il mio amico non è "camerata",è anche lui un "destronzo" alla destra di altri "destronzi".