OBAMA E L'ITALIA.

Barak Obama ha ricevuto le congratulazioni dai maggiori leader's mondiali,compreso il "nasone", ammiratore sincero suo e di suo nonno,fin dai tempi del villaggio in Kenia.
Si sono messi in fila anche Berlusconi e Fassino,ministro ombra del governo ombra dell'opposizione ombra.
Non hanno ancora potuto parlare con Obama,il secondo perchè ha tentato un approccio in video conferenza ed ha spaventato a morte le figlie di Barak ed il suo cane,il primo perchè ha fatto sapere al neo presidente yankee che voleva dargli consigli ed esprimergli i suoi auguri per una felice presidenza.
Barak,uomo prudente,si è informato.Ha scoperto che dopo gli auguri di Berlusconi a Bush ci sono state le torri gemelle,l'uragano caterina e l'implosione del capitalismo.
Ha gettato lontano la cornetta del telefono rosso e si è grattato i coglioni...