LE VERGOGNE DI LA RUSSA.

Alcune decine di tifosi italiani al seguito della nazionale,hanno cantato inni fascisti,intonato cori antirazzisti ("faccetta nera")ed innalzato bandiere con la croce celtica.
Malgrado tutto la nazionale non è riuscita a vincere.Chi ha vinto,invece,è stato il ministro siculo-lombardo della Difesa.Il satiretto Ignazio si è fiondato sulla notizia ed è stato il primo a condannare i tifosi,precedendo sul filo di lana personaggi del calibro di Fini e di Gasparri."Se fossi stato in Bulgaria,mi sarei vergognato per loro",ha detto La Russa.
Io non stavo in Bulgaria,neppure al ministero e neppure al billionaire ma mi vergogno per lui,per Ignazio La Russa.