LE PEGGIORI OFFESE.

Non ho partecipato al NO.CAVDay.Non ho disertato,proprio non ho potuto.
Ma ho mandato il mio assenzo ed ho visionato i resoconti.Ho ascoltato perfino "capoccietta"Agatino,la forbice di stato.
Non ho partecipato,ma ho approvato.Ho approvato il clima,gli interventi,le insinuazioni(?),anche gli insulti.Specialmente quelli rivolti al Presidente della Repubblica,il presidente liberale,ex comunista,democratico,anti ungherese,antifascista,dimentico delle foibe,amante delle bellezze della "piazzetta" ed estraneo alle violenze di Chiaiano.
Lo voglio insultare anch'io,lo voglio trattare come si merita e lo voglio fare per iscritto,nel mio blog,con il mio nome ed il mio cognome.
Allora,affermo solennemente anch'io : ve lo immaginate Pertini che firmava una legge che stabilisse la sua impunità? ve lo immaginate Scalfaro o Ciampi?
Ho sudato,mentre scrivevo e sottoscrivevo questi atroci insulti,mentre attaccavo,incoscientemente,la più alta carica dello stato.Sudavo per la tensione e per la paura di ritorsioni,sudavo per la mia temerarietà.
Ho paura dell'enormità dei miei insulti,ma non sono ancora riuscito a soddisfare il mio aspetto masochista.Voglio,quindi,peggiorare la mia situazione ed aumentare il livello delle contumelie: ve lo immaginate,nella stessa situazione, Einaudi,Gronchi o Segni?
Mi sono proprio sfogato,ho detto tutto,ho epresso il peggio di quello che provo.Sono soddisfatto,non sono pentito...anzi di una cosa,mi pento,di non riuscire ad immaginare Saragat,forse perchè trincava?