BERLUSCONI STRATEGA DEL MENO POSSIBILE.

Berlusconi,per grazia di Veltroni,capo dello schieramento avversario,come si sà,è un personaggio modesto,schivo e riservato.
Vola basso per scelta,non perchè non potrebbe fare altrimenti.Cerca sempre di passare inosservato,di non mettersi in mostra,insomma è uno che cerca di apparire sempre meno.
Indossa scarpe con tacco e sopratacco per sembrare meno "meno alto".
Si trapianta i capelli per sembrare meno "meno pelato".
Si restaura il viso,il collo ed altro,per sembrare meno "meno giovane".
Cammina a larghe falcate per dimostrare di avere gambe meno "meno lunghe".
Ora ha cambiato lo stendardo presidenziale per mostrarsi meno"italiano" e meno "meno padano".
Diavoletto di un uomo!
Da oggi si farà precedere ed annunziare dal suo nuovo vessillo.E' nelle sue facoltà,non ha duvuto pretendere un'altra legge personale.
Chi vorrà imitare ?
Bartolomeo Colleoni od Erasmo Gattamelata ? John Hawkwood o Giovanni dalle Bande nere? Presumo Giovanni dalle Bande,a prescindere dal colore.
Ha cambiato anche il logo della Presidenza del Consiglio.Sullo sfondo è riprodotto un dipinto di Giovan Battista Tiepolo,la "Verità scoperta dal tempo".
Vi è rappresentata una giovinetta adagiata tra le braccia di un vecchio.
Non sono consentite allusioni,ne và del decoro delle istituzioni.
Io,comunque,stò con Veronica...