LUNGA VITA AL BERLUSCONI TER...

Sapete che trascorro il mio tempo libero frequentando luoghi di culto.Come vedo una Chiesa,una sinagoga,una moschea,una sala di testimoni di Geova,una riproduzione di un totem o di un qualsiasi feticcio,mi fermo,mi inchiodo e prego.Prego senza distinzione di religione,di culto,di formalismo esteriore.Prego tutti i destinatari,i vari padroni di casa.La preghiera è sempre la stessa,intensa,sincera ed accorata:prego affinchè un "coccolone" ben fatto,non mortale ma decisivo,colpisca. Il "coccolone" lo vorrei indirizzato senza alcuna discriminazione di sesso,di età,di istituzione,verso tutti,democraticamente,senza 'preferenze'.
Dopo il mancamento di Santa Margherita Ligure,pensavo di aver ottenuto la prima "grazia",anche se solo parziale.Non è stato così.Ma anche se un pò deluso,continuo a pregare.
E prego,allargando l'elenco dei destinatari.I bersagli sono facilmente individuabili: basta leggere le cronache quotidiane,basta assistere a qualche "matrix" o a qualche "porta a porta",basta ascoltare qualche "zapping" del noto Agatino Forbice(inserito recentemente,in piè di lista).
Con un soldo,di attenzione,vi dò quattro pupazzi da abbattere,quattro esponenti della casta,quattro reggitori della cosa pubblica.Badate alla mira,sono quattro ministri della Repubblica,sono quattro personaggi che hanno trovato l'autore e che hanno giurato nelle mani dell'inquilino del Colle,sono quattro membri nominati e fiduciati con lo scopo dichiarato di difendere la Costituzione e di occuparsi della tutela dei diritti dei cittadini,senza curarsi dei propri interessi e senza badare alle cose che dicono.
Hanno preso alla lettera,tutto,specialmente l'ultima specifica sulle cose che dicono.
Rotondi,ministro per la attuazione del programma,si è autodefinito il Gran Sacerdote di quel sacramento che è il programma del governo.Per mesi mi sono chiesto chi fosse Rotondi,l'ho finalmente scoperto:un cazzaro,un gran cazzaro.
Calderoli,ministro della semplificazione,ha affermato che taglierà cose inutili,persone inutili,leggi inutili.Rotondi si è nascosto.
Ronchi,ministro per le politiche europee,dopo avere giurato,si è fatto il segno della croce.I funzionari del Colle hanno fatto gli scongiuri.
Alfano,ministro di giustizia per grazia di Berlusconi,è il portatore d'acqua della malavita nazionale.Il suo(?)disegno di legge sul divieto delle intercettazioni,la cosa più nefasta concepita dal piccolo Giolitti lombardo,gli meriterà una carriera folgorante,altro che Mastella.Angelino,come lo chiamavano quando era picciottino,non solo difende la scelta che affossa le indagini,non solo la và a presentare in TV,ma approfittando di avere di fronte un 'ombra di avversario,come quell'ombra pelata ma felice di Minniti,spara,ridendo di gusto,menzogne.Ha affermato,mentendo e sapendo di mentire,che la nuova norma non avrebbe vietato di intercettare i coinvolti del Santa Rita di Milano.Falso lui,il ministro,falso l'altro,l'ombra,falso il terzo,Mentana.
Anche per loro,prego,prego tutti i giorni,prego dalla mattina alla sera.Ma forse il coccolone non basta più,forse per loro ed il loro mandante,ci vuole un'invettiva che si usa dire,a volte con tono scherzoso,nel mio paese :aho,ma che cazzo state a fà,qui,ma pozza piavve 'n gorpo,a voi ed a chi non ve lo dice!!