IL "PACCHETTO ITALIA".

Dunque la situazione si evolve.
I provvedimenti di questi ultimi giorni sono emblematici.
Abbiamo capito tutti la "morale" di questo primo mese del 'Berlusconi ter'.Il terzo del Silvio ed il primo,in senso assoluto,senza alcun tipo di opposizione.
Decreto derogante per gestire l'affaire mondezza,l'esercito spazzino in Campania,l'azzeramento di fatto delle inchieste in corso sulle la secretazione e militarizzazione delle discariche,il divieto delle intercettazioni,la galera per i giornalisti curiosi,la TAV,il ponte,il nucleare,la sospensiva dei processi vip,il nuovo lodo Schifani.
Questi i colpi messi a segno e quelli che sono sul punto di essere sparati dalla maggioranza dell'ottanta per cento,contro di noi,contro il "bersaglio Italia".
Poveri noi,povero bersaglio.
Vittime indifese di una politica proterva,di una minoranza complice,di una Presidenza incline,di una democrazia inutile,anzi dannosa.
Mi vergogno.
Mi vergogno della inutilità dei pronunciamenti del Consiglio di Stato,mi vergogno dei miliardi ad Alitalia,mi vergogno delle sentenze della Corte Europea,mi vergogno di come questo Governissimo ci governa,mi vergogno della minoranza che non reagisce.
Mi vergogno,molto di più delle decine di morti sul lavoro,dell'impossibilità a sopravvivere di milioni di famiglie di "lavoratori",dei milioni di disoccupati,sottoccupati e cassintegrati.
Mi vergogno pure di Briatore,del suo matrimonio e del cardinale di Sacra Romana Chiesa che lo ha celebrato.
Le premesse c'erano tutte:a questo ci avrebbe portato il governo delle larghe intese,il connubio tra il 45 ed il 35 per cento,l'accordo tra i due veltrusconi,celebrato con riti e banchetti dai loro rispettivi manutengoli.
Non c'è un cazzo da fare.Assistiamo impotenti,subiamo scontenti,pregando,chi crede,bestemmiando,chi no e sperando tutti in una cinquantina di paralisi,un centinaio di ischemie ed un migliaio di ictus.
Nel frattempo,cerchiamo di limitare i danni.
Ritorno sulla mia precedente proposta di rivolere il "lodo Schifani",proponiamolo noi,cittadini e navigatori di internet (gli eroi sono morti,i santi ed i poeti stanno tutti dall'altra parte).Organizziamo una catena di adesioni al "lodo nuovo",chiediamo che sia completo,totalitario,esaustivo.Pretendiamo che comprenda tutti i temi che riguardano gli interessi degli interessati,ogni aspetto della loro esistenza,ogni particolare aspetto dei loro vizi o vizietti.Obblighiamoli ad auto-immunizzarsi,ad auto-impunirsi.
Consentiamo che mille e centocinquanta personaggi,che le prime mille e centocinquanta cariche dello stato,del parastato,della finanza,della confindustria,della politica,dell'economia,compresi i sindacati,possano vivere come cazzo vogliono,liberi di strafegarsene,sciolti da qualunque tipo di legaccio,di controllo,di condizionamento.Mille e centocinquanta "vip's",con aggiunta di mogli,figli, amanti,complici e sodali.
Loro nel loro mondo,intoccabili,noi in un altro:un mondo normale,con diritti e doveri,con leggi rispettabili e rispettate,con regole certe e condivise,con il bene da una parte ed il male dall'altra.Un mondo sociale e civile.
Tanti cazzi,poi,se loro godono.Godano pure,ma ci lascino vivere in pace.Noi siamo i normali,noi siamo il bene,non è che vogliamo la luna.Ci basta vivere tranquilli aspettando le ischemie.Vesuvio? No:ictus,pensaci tu! Pensa alla maggioranza ma non dimenticare la minoranza,altrimenti che democrazia sarebbe?