I CAPORALI AL GOVERNO...

Le decisioni incalzano,le promesse elettorali sono promesse elettorali,mica cazzate.
Il fratello siamese 'basso' del "nasone" amerikano aveva parlato di mondezza? E mondezza sia. Aveva parlato di Alitalia? Ed Alitalia non sia.Aveva parlato di Ponte sullo stretto? E Ponte sullo stretto sia(forse...).Aveva parlato di intercettazioni telefoniche? Ed intercettazioni telefoniche via,sciò,buttate,proibite,ope legis.
Trovo questi primi trenta giorni inconcepibili,assurdi,inaccettabili,delinqenziali.
Mussolini ha aspettato due anni prima di instaurare il suo Regime,votato dal Parlamento ed avallato dal Re.
Berlusconi,capo osannato dei bauscia lombardo-siculi,ci ha messo un mese scarso.
Riforma le leggi,i regolamenti,le direttive europee,deroga dalle norme,supera la Costituzione,instaura il suo regime,in trenta giorni,votato dal parlamento ed avallato dal presidente.Senza neanche un delitto Matteotti ed un Aventino piccolo piccolo.
Non condivido nulla di quello che ha deciso.Non sono e non voglio essere un dei suoi caporali,ma finchè sarà possibile,lo voglio dire,scrivere ed "internettare".
Ha deciso che la Campania diventi,manu militari,la discarica d'Europa ? Vergogna!
Ha deciso che l'Alitalia,a spese nostre,diventasse privata e la potessero comprare,a spese nostre, i suoi caporali industriali e finanzieri? Vergogna!
Ha deciso di pagare il debito con i suoi "onorati" elettori siculo-lombardi,facendo il Ponte di Messina?Vergogna!
Ha deciso di garantire ai suoi caporali di maggioranza e di minoranza di impedire,sempre ope legis,le intercettazioni telefoniche? Vergogna!
Ma è quest'ultimo punto che mi indigna di più,più dell'Alitalia,più del Ponte sullo stretto :il Ponte può pure durare,Berlusconi,malgrado i compari di minoranza,no.Anche lui ha un termine,siamo meno pessimisti.Specialmente dopo Santa Margherita Ligure.
Ma le intercettazioni vietate,no, quelle rimangono, pesanti come un macigno,devastanti come una frana,rovinose come un uragano.
Da quindici anni voleva riformare la giustizia,voleva raddrizzare i giudici,voleva togliersi dalle balle qualsiasi impedimento,qualsiasi legaccio,qualsiasi controllo.
Per quindici anni ha lavorato e lavorato sodo,come spesso ci rammenta,per raggiungere il traguardo.Come pensava di esserci riuscito,un ultimo ostacolo.Un magistrato neutrale ma non ancora neutralizzato,una indagine proseguita,una scoperta casuale,una resistenza soft di giudici da loft,una intercettazione telefonica.
Ora,con il consenso dell'ottanta per cento,il traguardo lo taglia,batte ogni record,supera il suo primato,riforma alla radice la Giustizia.Vieta le intercettazioni telefoniche ed impedisce la Giustizia.
Siamo coscienti delle conseguenze?
Siamo coscienti che senza intercettazioni,un pedofilo può irretire telefonicamente e nessuno lo può inchiodare?
Che un rapinatore può organizzare un assalto in villa senza alcun controllo?
Che uno schiavista può prenotare scafisti e deportandi con una semplice telefonata,anche se internazionale?
Che il complice di un delinquente qualunque può organizzare un colpo senza neanche dover parlare in codice?
Che il capo di un branco di violentatori può radunare amici e conoscenti per allargare la festa?
Sappiamo tutti che alla base delle indagini moderne,con uno Stato che non suscita più rispetto e non incute più timore,con le ex forze dell'ordine,ormai ridotte a svogliate scorte di auto e di personaggi blu,con il territorio abbandonato in mano alla illegalità,con il problema sicurezza che pure ha fatto vincere loro,sappiamo che ci sono le intercettazioni,telefoniche ed ambientali.
Senza intercettazioni non sapremo più di Fazio,di Marcelletti,di Previti,delle Marchi,di Fiorani,di Fassino,di Salvo Sottile,di Consorte,dei sogni di D'Alema,delle cosche politiche calabro-lucane,degli assassini di Erba,dei papponi di via Salaria e del gobbo del Quarticciolo,se mai tornasse in vita.
Vergogna,vergogna per i caporali di Berlusconi,per Maurizio Gasparri che ha applaudito 43 minuti dopo l'annuncio di Santa Margherita Ligure;vergogna per Veltroni che ha timidamente obiettato 29 ore dopo;vergogna per Di Pietro che ancora convive con Veltroni;vergogna per la ANM che non ha bastonato il ministro Alfano,pur avendolo fra le mani;vergogna per chi non difenderà la giustizia e la convivenza civile,promulgando questa legge;vergogna per la Gazzetta che la renderà ufficiale.
Vergogna per l'ottanta per cento e per quel quaranta che non si arma di corda e sapone.Vergogna per l'Italia,satrapìa del capitalismo,del liberismo,del conformismo,del berlusconismo.
Vergogna per tutti i santi che,voltandosi da un'altra parte,non hanno aiutato Santa Margherita,la ligure,che pure ci ha provato.