V2 day A CIVITA CASTELLANA...

Ho partecipato insieme alle "grilline" Carmela Traversari e Serena Bernabei, alla raccolta delle firme necessarie ai tre referendum proposti da Beppe Grillo. Come gli 'internauti' sanno, i referendum riguardavano la abrogazione di tre norme "vergogna" : l' Ordine dei Giornalisti" istituito GRATUITAMENTE nel 1925 circa, da Benito Mussolini; la Legge sulle telecomunicazioni, presentata servilmente, senza essere stata scritta o letta, dal "gigetto sò tutto" Maurizio Gasparri, a quanto sembra, poi nominato consulente dell ' I.M.I., Israelian Military Institut, socio di Wind (ma su questa notizia non ho prove certe), ed infine l'offensivo finanziamento agli editori di giornali, che costa a tutti noi UN MILIARDO E DUECENTO MILIONI di Euro all'anno !
Tra il nostro gazebo ed il banchetto dell'altro "grillino" Roberto Iammella, sono state raccolte oltre quattrocento firme.
Civita Castellana ha risposto all'appello, Civita Castellana comincia a reagire, Civita Castellana dimostra di avere le palle piene degli "scrocconi" nazionali e, presto, dimostrerà di avere le palle piene anche degli "scrocconetti" locali.
I firmatari erano popolo, a firmare è venuta la gente, giovani ed anziani, donne ed uomini, persone che conoscevo in gran parte, persone per bene.
Si è notata l'assenza della politica nostrana, i beneficiari presenti e futuri della castina locale, piccola, brutta, interessata e preoccupata a che nessuno tocchi quell'orticello inquinato dai privilegi e proprio per questo, tanto ambito.
Solo un amico di Rifondazione ha apposto due firme (e non vi dico su quali argomenti).
Il "corto di Terrano", da vero uomo di mondo, dopo aver commemorato la Resistenza (sulla quale, prima o poi, dirò la mia), si è avvicinato al gazebo ed ha intrattenuto i presenti con una serie di battutine spiritosette e salacine.
Più bravo di un comico da avanspettacolo.
Per questa sua arguzia ed amabilità, gli auguro sinceramente(?) di raggiungere il traguardo di diventare Sindaco di Civita, cosi da potere 'ncatanare anche lui i legittimissimi TRE MILA Euro al mese. LORDI!
Questo gli sarà possibile, essendo il migliore dei pretendenti, a due condizioni : che non vengano accertate sue responsabilità nella vicenda del depuratore di Prataroni (ma sono cero che lui non c'entri nulla) e che non vengano, migliaia di cittadini civitonici, a firmare la proposta che presenterò a Gennaio 2009, riguardante il NON PAGAMENTO di stipendi pubblici agli amministratori provvisti di reddito proprio.
Schicchera, tranquillo, tu non avrai danni.
N.B. Ho sbagliato la punteggiatura prima di LORDI, volevo mettere una virgola !